Protesi Mobile a Milano: riscopri il piacere di sorridere

Cos’è una protesi dentale mobile

La protesi mobile – parziale o totale – è una soluzione utilizzata in alternativa alla protesi fissa in caso di mancanza di numerosi o di tutti i denti di un’arcata.
Le strutture dentarie artificiali sono fissate a una placca di resina, che si appoggia direttamente sulle gengive oppure viene fissata ai denti residui.
La costruzione della protesi mobile prevede il rilevamento di una serie di impronte del cavo orale del paziente, per consentire la massima precisione e stabilità.
La caratteristica principale di questa soluzione è quella di essere completamente removibile, per consentire una migliore pulizia dopo ogni pasto ed evitare l’eventuale comparsa di infiammazioni dovute alla continua pressione sulla mucosa, come potrebbe ad esempio succedere durante la notte.
Per una protesi mobile a Milano scegli Doctor Dentist. Nelle nostre cliniche troverai tecnologia all’avanguardia, esperienza professionale e materiali di qualità.

Protesi mobile totale a Milano: soluzione dentiera

Presso gli studi dentistici Doctor Dentist a Milano puoi contare su specialisti affidabili in grado di darti i migliori consigli per scegliere la protesi più adatta alle tue esigenze.
La protesi mobile totale (dentiera) è indicata in caso di edentulia completa, cioè quando mancano tutti i denti di una o entrambe le arcate.
Per una dentiera a Milano, Doctor Dentist ti offre una soluzione pratica che permette una masticazione corretta ed efficiente, oltre a garantire una buona estetica.
Questo genere di protesi è normalmente costituita da una struttura di base in resina rosa sulla quale vengono montati i denti artificiali, in resina
Molto più economica rispetto alle protesi fisse, la dentiera ha anche il vantaggio di poter essere rimossa per eseguire la pulizia quotidiana, tuttavia presenta allo stesso tempo alcuni svantaggi, come ad esempio possibile dolore gengivale o stomatiti, riassorbimento osseo, instabilità nella masticazione di alcuni cibi, riduzione del gusto, oltre all’eventualità di fuoriuscita accidentale dal cavo orale (es in caso di starnuti o colpi di tosse).

Protesi mobile parziale: lo scheletrato

La protesi parziale, detta anche scheletrato, si usa per sostituire alcuni denti mancanti; è costituita da elementi dentari artificiali fissati su una base di resina irrigidita da struttura metallica (titanio o cromo cobalto), ancorata ai denti residui.
Anche questo tipo di protesi, come la dentiera, è removibile; l’attacco ai denti naturali rimasti può essere effettuato tramite ganci o attacchi di precisione. Questi ultimi garantiscono maggiore stabilità alla protesi e inoltre risultano esteticamente migliori perché non sono visibili, ma richiedono la copertura dei denti pilastro con una corona.
Lo scheletrato rappresenta un’alternativa alla protesi fissa, garantendo buona stabilità, oltre alla possibilità nel caso di ulteriori perdite successive, di aggiungere altri denti alla struttura. Di contro può dare luogo a un processo di riassorbimento osseo e causare fastidi alla mucosa, ma anche carie e lesioni dei denti su cui è fissato.

Protesi mobile parziale: il nylon termoplastico

Rispetto allo scheletrato è flessibile, leggera e confortevole ma, soprattutto, molto più estetica; infatti lascia trasparire il colore naturale delle gengive e non contiene alcun componente metallico. Questo nuovo materiale ha rivoluzionato l’atteggiamento nei confronti della protesi mobile danche di quei pazienti che fino ad oggi mai avrebbero accettato una soluzione di questo tipo.

Protesi mobile provvisoria

La protesi provvisoria è solitamente utilizzata nel periodo successivo a un impianto o all’estrazione di alcuni denti. Il suo scopo principale è preparare la bocca ad accogliere una protesi definitiva (mobile o fissa) e nel contempo sostituire i denti perduti per permettere una corretta masticazione salvaguardando l’estetica del sorriso; il tutto con costi contenuti. E’ solitamente costruita in resina ma può essere anche realizzata in nylon termoplastico, più estetico e confortevole.
Come tutte le protesi mobili, anche quelle provvisorie vanno pulite e spazzolate dopo aver mangiato.

Overdenture

Si tratta in pratica di una protesi mobile totale, posizionata su radici esistenti per ottenere maggiore stabilità e sensibilità; in assenza di appoggi naturali, l’overdenture viene stabilizzata grazie all’aggancio a 2 o più impianti con un semplice meccanismo a scatto.
Questa protesi, impiegata principalmente per l’arcata inferiore, pur essendo anch’essa completamente removibile, offre un comfort maggiore rispetto alla dentiera: è più salda, non necessita di paste adesive e riduce la probabilità di stomatiti. Consente una masticazione corretta e una parlata naturale, ma come tutte le protesi mobili va rimossa durante la notte e pulita dopo mangiato.
Più conveniente da un punto di vista economico rispetto alla protesi fissa su impianti, è tuttavia meno efficiente, necessitando comunque di qualche attenzione riguardo alla consistenza dei cibi, per evitare di incorrere in una dislocazione accidentale.

Uso e igiene degli impianti mobili

Le protesi mobili consentono di mangiare quasi qualunque cibo, ma nei primi tempi è necessario abituarsi gradualmente privilegiando gli alimenti morbidi.

Gli alimenti più duri vanno sempre divisi in piccoli bocconi e, in caso di protesi totale, masticati alternativamente nella parte posteriore destra e in quella sinistra della bocca, per equilibrare la pressione.
Un aspetto fondamentale per minimizzare i disagi è poi quello igienico: dopo ogni volta che si assume del cibo è necessario pulire la protesi nel modo corretto, per prevenire alitosi e infiammazioni.

Non vanno utilizzati detergenti generici che potrebbero rovinare il materiale, ma solo prodotti specifici; va spazzolata delicatamente con un apposito spazzolino e risciacquata con acqua fredda.
Periodicamente è infine necessario igienizzarla a fondo, lasciandola a bagno in un bicchiere d’acqua con un’apposita pastiglia effervescente in grado di eliminare residui di pasta adesiva, macchie e batteri.

E’ inoltre fondamentale recarsi almeno una volta l’anno ad una visita di controllo per valutare l’opportunità di fare un ribasamento che ha lo scopo di renderla più performante nella masticazione ricreando una corretta aderenza alle gengive.